Callout piè di pagina: contenuto

SMACT- Bando di co-finanziamento

Maria Antonella Pera

Commercialista
Revisore legale dei conti
Gestore della Crisi da sovraindebitamento
Consulente Bancario

SMACT- Bando Di Co-finanziamento
image_pdf

Contributo a Fondo perduto in scadenza il 24.11.2020.

Il bando è finalizzato a selezionare le proposte progettuali che saranno realizzate con la collaborazione ed il co-finanziamento di SMACT. Le agevolazioni riguardano la promozione e la realizzazione di progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione su tecnologie avanzate, nel quadro degli interventi connessi al Piano nazionale Industria 4.0.

Possono presentare un progetto in risposta al bando tutte le imprese che abbiano una stabile organizzazione in Italia e che siano regolarmente costituite ed iscritte al Registro delle imprese. Il contributo economico arriva fino ad un valore pari al 50% dell’importo del progetto, con un tetto massimo di € 100.000. La durata del progetto potrà essere prevista tra un minimo di 12 mesi ed un massimo di 18 mesi. Ciascuna impresa può presentare al massimo due progetti, in forma singola.

Ogni impresa potrà candidare fino a due proposte progettuali innovative che, facendo leva su una o più tecnologie di ambito SMACT, mirano all’ottimizzazione dei processi produttivi (maggiore qualità del prodotto finale e riduzione dei costi di esercizio degli impianti di produzione), al miglioramento e innovazione di prodotto, con maggior velocità dal prototipo alla produzione e al mercato, all’innovazione dei modelli di business e organizzativi, a favore della competitività aziendale a livello globale.

I progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, presentati dalle imprese, ammissibili al contributo erogato da SMACT, devono prevedere:

  • un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi, tempi;
  • la stima dei benefici economici per l’impresa in termini di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti;
  • la redazione di un piano finanziario a copertura dei costi del progetto;
  • un livello di maturità tecnologica (Technology Readiness Level, TRL) in un intervallo tra TRL 5 e 8 e che comunque raggiunga, al termine delle attività, un livello almeno pari a TRL 7.

Visualizzazioni: 9

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Maria Antonella Pera
Ultimi articoli di Maria Antonella Pera (vedi tutti)
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!