Callout piè di pagina: contenuto

Bonus Casalinghe 2021

Maria Consiglia Viglione

Dottore Commercialista - Revisore legale dei conti
Presidente del C.d.A. società di revisione «Imperium Audit S.p.A.»
Email: viglionec@tiscalinet.it

Bonus Casalinghe 2021
image_pdf

Avviato nel 2020 con il decreto “Agosto”, il Bonus Casalinghe 2021 ha come scopo quello di promuovere la formazione e l’inserimento del mondo del lavoro delle donne inattive.

Il bonus casalinghe 2021 spetta a tutte le donne prive di impiego, in possesso di cittadinanza italiana o – se straniere – di regolare permesso di soggiorno, mentre non ci sono limiti legati all’ISEE. Detto contributo , può essere esteso agli uomini che si trovano in una posizione analoga e che abbiano i requisiti richiesti.

Non sono richiesti particolari requisiti Isee per poter fare richiesta della agevolazione.

Per tutti i particolari sulle modalità per inoltrare la domanda per il bonus casalinghe sarà un apposito decreto attuativo del ministero per le Pari Opportunità.

Il bonus casalinghe, a contrasto con gli altri aiuti approvati dal Governo nell’ultimo anno, non è corrisposto ai contribuenti sotto forma di contributo economico.

E’  un fondo, a cui si accede per determinati motivi e a specifiche condizioni. E’  riconosciuto come credito spendibile dai soggetti che lo ricevono in corsi di formazione o eventi/servizi in ambito culturale e lavorativo. Lo scopo,  è quello di facilitare l’accesso all’aggiornamento, così da acquisire competenze e conoscenze che possano essere utili  in ambito lavorativo.

A differenza delle altre agevolazioni messe a disposizione  dal Governo per contrastare la crisi economica determinata dal Covid-19, il bonus casalinghe 2021 non è un incentivo che prevede l’erogazione di un assegno, ma un credito di imposta che può essere investito in corsi di formazione che riguardano specialmente il settore digitale. Lo scopo  è  quello diassicurare alle casalinghe di poter acquisire competenze professionali e poter svolgere un’attività lavorativa anche in smart working.

Modalità e tempi di attuazione del bonus casalinghe 2021 sono rimandati, ad apposito decreto attuativo emanato dal Ministero delle pari opportunità e la famiglia.  Il decreto, conterrà anche i criteri e le modalità di riparto del fondo.

Visualizzazioni: 37

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Maria Consiglia Viglione
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!