skip to Main Content

Bonus Casalinghe 2021

Dottore Commercialista - Revisore legale dei conti
Giornalista pubblicista
Presidente del C.d.A. società di revisione «Imperium Audit S.p.A.»

Bonus Casalinghe 2021

Avviato nel 2020 con il decreto “Agosto”, il Bonus Casalinghe 2021 ha come scopo quello di promuovere la formazione e l’inserimento del mondo del lavoro delle donne inattive.

Il bonus casalinghe 2021 spetta a tutte le donne prive di impiego, in possesso di cittadinanza italiana o – se straniere – di regolare permesso di soggiorno, mentre non ci sono limiti legati all’ISEE. Detto contributo , può essere esteso agli uomini che si trovano in una posizione analoga e che abbiano i requisiti richiesti.

Non sono richiesti particolari requisiti Isee per poter fare richiesta della agevolazione.

Per tutti i particolari sulle modalità per inoltrare la domanda per il bonus casalinghe sarà un apposito decreto attuativo del ministero per le Pari Opportunità.

Il bonus casalinghe, a contrasto con gli altri aiuti approvati dal Governo nell’ultimo anno, non è corrisposto ai contribuenti sotto forma di contributo economico.

E’  un fondo, a cui si accede per determinati motivi e a specifiche condizioni. E’  riconosciuto come credito spendibile dai soggetti che lo ricevono in corsi di formazione o eventi/servizi in ambito culturale e lavorativo. Lo scopo,  è quello di facilitare l’accesso all’aggiornamento, così da acquisire competenze e conoscenze che possano essere utili  in ambito lavorativo.

A differenza delle altre agevolazioni messe a disposizione  dal Governo per contrastare la crisi economica determinata dal Covid-19, il bonus casalinghe 2021 non è un incentivo che prevede l’erogazione di un assegno, ma un credito di imposta che può essere investito in corsi di formazione che riguardano specialmente il settore digitale. Lo scopo  è  quello diassicurare alle casalinghe di poter acquisire competenze professionali e poter svolgere un’attività lavorativa anche in smart working.

Modalità e tempi di attuazione del bonus casalinghe 2021 sono rimandati, ad apposito decreto attuativo emanato dal Ministero delle pari opportunità e la famiglia.  Il decreto, conterrà anche i criteri e le modalità di riparto del fondo.

Maria Consiglia Viglione
Back To Top
Cerca
La riproduzione è riservata!