skip to Main Content

Crediti d’imposta alle imprese per l’aumento dei consumi di energia elettrica, gas e carburanti

CREDITO IMPOSTA
Il Decreto Legge 144 del 2022, meglio conosciuto come Decreto Aiuti Ter, prevede bonus sotto forma di crediti d’imposta fino al 40% sulle spese di energia elettrica e del gas sostenute nel bimestre Ottobre/Novembre 2022 dalle imprese che abbiano subito rincari in bolletta dell’oltre 30% rispetto all’anno 2019, e crediti d’imposta per le spese di carburanti per l’agricoltura e la pesca sostenute nel quarto trimestre 2022.

Credito d’imposta per energia elettrica e gas

Il credito d’imposta per energia elettrica e gas è destinato a:

– imprese energivore (definite nel decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 21 dicembre 2017)
– imprese non energivore che abbiano contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW
– imprese gasivore (per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici)
– imprese non gasivore

che abbiano visto in bolletta, nel terzo trimestre 2022, un aumento del 30% rispetto al terzo trimestre dell’anno 2019.

– Per le imprese energivore, gasivore e non gasivore il credito è del 40% sulla spesa per l’acquisto della componente energetica o del medesimo gas per i mesi di Ottobre e Novembre 2022
– Per le imprese non energivore con contatori di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW il credito è, invece, del 30%.

Credito d’imposta carburanti per l’attività agricola e la pesca

Il decreto Aiuti Ter ha previsto anche il credito d’imposta al 20% per l’acquisto di carburanti per l’attività agricola e la pesca, per compensare parzialmente i costi rincarati del gasolio e della benzina sostenuti nel quarto trimestre (ottobre, novembre e dicembre) del 2022.
Possono usufruire di questo credito le imprese che svolgano attività agricola, le imprese della pesca e le attività agromeccaniche (imprese aventi codice ATECO 1.61).
La novità del decreto Aiuti Ter consiste nel fatto che è previsto il sostegno anche per la spesa di gasolio e benzina utilizzati anche per il riscaldamento delle serre e/o dei fabbricati produttivi adibiti all’allevamento degli animali.
Per entrambe le tipologie di aiuti il credito potrà essere utilizzato in compensazione fino al 31 marzo 2023, o in alternativa potrà essere ceduto ad altri soggetti che potranno sfruttarlo sempre entro la stessa data.
Back To Top
Cerca
La riproduzione è riservata!