skip to Main Content

Erasmus+: bando europeo per la cooperazione della società civile nel settore della gioventù

Erasmus+
Il sito della Commissione Europea ha pubblicato un bando relativo al programma Erasmus+ che prevede 4 milioni di euro di risorse per incentivare la cooperazione della società civile nel settore della gioventù.

Finalità

La finalità di tale bando è fornire supporto strutturale alle ONG europee e alle reti europee impegnate in tale settore che abbiano i seguenti obiettivi:
– Far acquisire consapevolezza delle agende politiche europee per la gioventù, in particolar modo della Strategia Europea della Gioventù 2019-2027
– Aumentare l’impegno delle parti interessate e la cooperazione con le autorità pubbliche per l’attuazione di riforme e politiche nel settore della gioventù, in particolare per l’attuazione di politiche in ambiti di interesse giovanile e per le raccomandazioni specifiche per Paese contenute nel quadro del Semestre Europeo
– Incentivare la partecipazione delle parti interessate nel settore della gioventù sfruttando anche il canale della comunicazione digitale
– Rafforzare il coinvolgimento delle parti interessate nella divulgazione delle politiche e delle azioni del Programma Erasmus+ tra i membri di appartenenza e al di fuori dei membri
– Sviluppare, promuovere e supportare azioni per coinvolgere, connettere e accrescere il senso di responsabilità della gioventù, nello spirito della Strategia Europea della Gioventù
– Aumentare la consapevolezza e la partecipazione della gioventù nelle azioni dell’Unione Europea per i giovani, compresi Erasmus+, il Corpo Europeo di solidarietà e DiscoverEU
– Incentivare il coinvolgimento della società civile alla divulgazione delle politiche e i programmi d’azione
Il bando comprende anche le quattro linee prioritarie generali della Commissione Von der Leyen integrate nel programma Erasmus+, ovvero inclusione e diversitàtrasformazione digitaleambiente e lotta contro i cambi climatici e la partecipazione alla vita democratica. Considerata la capacità di coinvolgimento e divulgazione delle ONG giovanili e delle reti europee delle parti interessate, tali obiettivi devono essere previsti ed integrati nei piani di lavoro, nelle attività e risultati delle organizzazioni richiedenti.

Obiettivi

Le attività finanziabili contenute nel programma di lavoro annuale possono essere realizzate a livello europeo, transfrontaliero, nazionale, regionale o locale, e sono finalizzate a:

– Contribuire alla realizzazione degli Obiettivi Europei stabiliti nella Strategia Europea per la Gioventù
– Contribuire alle attività per il 2022, Anno Europeo per i giovani
– Promuovere l’uguaglianza e la non discriminazione, l’inclusione (specialmente dei soggetti con minori opportunità o in difficoltà), la partecipazione dei giovani alla vita democratica e civica in Europa, la considerazione della dimensione globale, Europea, nazionale, regionale e locale per far sì che le attività Europee raggiungano tutti gli strati della popolazione giovanile
– Promuovere lo sviluppo di competenze e abilità attraverso l’apprendimento non formale e informale, le organizzazioni giovanili e l’animazione socioeducativa; promuovere l’alfabetizzazione digitale, l’apprendimento interculturale, il rispetto della diversità, la solidarietà, le pari opportunità e i diritti umani tra i giovani
– Contribuire a iniziative politiche d’interesse giovanile nel settore educativo, culturale, sportivo, occupazionale e dell’inclusione sociale

Tutte le attività devono essere svolte obbligatoriamente entro l’arco temporale compreso tra il 1 Gennaio 2022 e il 31 Dicembre 2022. La sovvenzione di funzionamento sosterrà una parte dei costi sostenuti per la realizzazione del programma di lavoro per il 2022.

Per promuovere gli obiettivi sopra menzionati, la Commissione Europea concede sovvenzioni di funzionamento per consentire la realizzazione dei programmi di lavoro annuale delle organizzazioni attive nel settore, che sviluppino strategie, azioni ed attività innovative nelle seguenti aree di intervento prioritarie:

– Promuovere la cittadinanza attiva, il senso di iniziativa e l’imprenditorialità giovanile, compresa anche l’imprenditoria sociale
– Aumentare la qualità, l’innovazione e il riconoscimento del lavoro giovanile
– Rafforzare l’occupabilità dei giovani
– Rafforzare le connessioni tra politica, ricerca e pratica in materia di politiche giovanili europee

Dotazione finanziaria

Le risorse a disposizione ammontano a 4 milioni di euro. L’entità del contributo è dell’80% sul programma di lavoro annuale e spazia da un minimo di 80mila euro ad un massimo di 125mila euro.

Scadenza

Il termine di presentazione delle domande è il 15 Dicembre 2022. Le modalità di presentazione sono descritte nel bando.

Back To Top
Cerca
La riproduzione è riservata!