skip to Main Content
Area Utenti           Abbonamenti

Scadenzario fiscale marzo 2024

Commercialista - Revisore legale dei conti Socio fondatore Imperium Audit Spa
Giornalista pubblicista
Gestore della Crisi da sovraindebitamento
Consulente Bancario
E-mail: mariaantonellapera@gmail.com

15 MARZO.

ROTTAMAZIONE QUATER. Scade il termine previsto in sede di conversione del Decreto Milleproroghe per il versamento delle prime 3 rate dovute della rottamazione quater e non versate dai richiedenti. Il versamento delle tre rate va effettuato in unica soluzione.

Ricordiamo che i versamenti saranno considerati validi anche se effettuati entro i cinque giorni successivi. La proroga assorbe anche la scadenza del 28.02.2024 che può, quindi, essere onorata entro il 15 Marzo.

16 MARZO (scadenza effettiva lunedì 18 Marzo).

CERTIFICAZIONE UNICA. Scade il termine per l’invio telematico del modello CU2024 per i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni di lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale e alle certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi corrisposti nel 2023. Contemporaneamente, scade anche il termine per la consegna delle CU ai percipienti. Le Certificazioni Uniche 2024 relative ai lavoratori autonomi, invece, possono essere inviate anche oltre tale termine, ma comunque entro il termine di scadenza fissato per il modello 770/2024, senza l’aggravio di alcuna sanzione (giovedì 31 Ottobre 2024).

COMUNICAZIONE DATI PRECOMPILATA. Scade il termine per l’invio dei dati relativi al 2023 per la definizione della Dichiarazione precompilata. L’adempimento non riguarda il contribuente beneficiario finale della detrazione bensì solo i soggetti terzi (quali ad esempio le banche o i veterinari) chiamati a trasmettere all’Agenzia delle Entrate il flusso dei dati relativo alle spese detraibili che confluiranno nella dichiarazione dei redditi.

MODELLO CUPE. Scade il termine per la certificazione degli utili e dei proventi equiparati (Cupe) da consegnare ai soggetti residenti nel territorio dello Stato percettori di utili derivanti dalla partecipazione in soggetti Ires, residenti e non residenti, in qualunque forma corrisposti, nell’anno 2023.

TASSA ANNUALE LIBRI SOCIALI. Ultimo giorno per il pagamento della tassa annuale di concessione governativa da parte delle società di capitale per la numerazione e bollatura dei libri sociali, del libro giornale e inventari. La tassa è di € 309,87 se il capitale, al 01/01/2024, non è superiore a € 516.456,90; è di € 516,46 se invece il capitale supera € 516.456,90. Il versamento deve essere effettuato attraverso il modello F24, codice tributo 7085, anno di riferimento 2024.

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI. Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del modello F24 – codice tributo: 6002 (versamento IVA mensile febbraio), da parte dei contribuenti IVA mensili.

IVA – CONGUAGLIO ANNO PRECEDENTE. Versamento dell’IVA a debito a seguito di conguaglio scaturente dalla dichiarazione annuale, con l’utilizzo del modello F24 – codice tributo 6099. Il versamento può essere rateizzato.

RITENUTE ALLA FONTE. Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente con utilizzo del modello F24.

INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE. Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del mese precedente, mediante versamento con l’utilizzo del modello F24.

INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA. Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese

25 MARZO.

INTRASTAT MENSILI. Scade il termine per la presentazione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese/trimestre precedente.

 30 MARZO.

DEPOSITO DEI PROGETTI DI BILANCIO. L’articolo 2429 comma 1 Codice Civile stabilisce in via ordinaria che il progetto di bilancio deve essere comunicato, almeno 30 giorni prima dell’assemblea dei soci convocata per l’approvazione, all’organo sindacale e, ove esistente, al revisore legale dei conti, unitamente alla relazione sulla gestione; in altre parole, il progetto di bilancio delle società aventi l’esercizio coincidente con l’anno solare deve essere comunicato a tali organi di vigilanza ed auditing entro il 30 marzo 2023.

 31 MARZO (scadenza effettiva martedì 2 Aprile).

F.I.R.R. Scade il termine per il versamento del F.I.R.R. relativo all’anno precedente da parte delle imprese mandanti.

UNIEMENS. Scade il termine per l’invio telematico e della dichiarazione Uniemens relativi al mese precedente.

RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO. Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese (solo per i contratti non soggetti a cedolare secca).

PRESENTAZIONE MODELLO EAS. Ultimo giorno utile per l’invio telematico del “Modello EAS” per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini fiscali da parte degli enti associativi, nel caso in cui, nel corso dell’anno 2023, si siano verificate variazioni di alcuni dei dati dell’ente precedentemente comunicati.

LAVORI USURANTI. Le aziende che utilizzano lavoratori dipendenti, i quali svolgono attività “usuranti”, devono comunicare i dati del lavoro usurante all’INPS tramite apposito canale.

Maria Antonella Pera
Latest posts by Maria Antonella Pera (see all)
Back To Top
Search
La riproduzione è riservata!