Callout piè di pagina: contenuto

Accessi Telematici Agenzia delle Entrate

Maria Consiglia Viglione

Dottore Commercialista - Revisore legale dei conti
Presidente del C.d.A. società di revisione «Imperium Audit S.p.A.»
Email: mcviglione@2020revisione.it

Accessi Telematici Agenzia Delle Entrate
image_pdf

ll 1 Marzo, per accedere ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, i cittadini potranno utilizzare una delle seguenti modalità di riconoscimento e visto:

  • SPID – Sistema pubblico di Identità Digitale;
  • CIE  – Carta d’Identità Elettronica, rilasciata dal Comune di residenza;
  • CNS – Carta Nazionale dei Servizi, che permette di accedere agli stessi servizi attraverso un dispositivo (chiavetta USB o una smart card dotata di microchip).

Pertanto, non sarà più possibile ottenere le credenziali di Fisconline e quelle già in uso verranno progressivamente dismesse nei mesi a venire. I contribuenti che utilizzano ancora le credenziali di Fisconline (codice fiscale, password e PIN), fornite a suo tempo dall’Agenzia,

potranno continuare ad utilizzarle non oltre il 30 Settembre 2021. Dal 1 Ottobre 2021, le credenziali Fisconline non saranno più attive e sarà necessario accedere, a scelta, con uno dei tre strumenti precedentemente indicati.

ll decreto Semplificazioni (D.L. n. 76/2020) ha stabilito che l’accesso dei cittadini ai servizi della Pubblica Amministrazione dovrà avvenire attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) e la Carta di Identità Elettronica (CIE), oltre alla CNS.
Quindi per chi già è in possesso  SPID, CIE o CNS per accedere ai servizi telematici delle Entrate non cambia nulla.
I contribuenti, che utilizzano le credenziali di Fisconline, fornite dall’Agenzia, potranno continuare ad utilizzarle fino alla naturale scadenza (e  non oltre il 30 settembre 2021), dopo di che sarà necessario essere in possesso, a scelta, delle tre opzioni sopracitate
Nello specifico, i professionisti e le imprese potranno richiedere le credenziali Entratel, Fisconline o Sister, rilasciate dall’Agenzia anche dopo il 1° marzo e fino alla data che sarà stabilita con un apposito decreto attuativo, come previsto dal Codice dell’amministrazione digitale.
SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sarebbe  un sistema basato su credenziali personali che, grazie a delle verifiche di sicurezza, permettono di accedere ai servizi online della Pubblica amministrazione e dei privati aderenti.
Al fine di ottenere SPID basta scegliere uno dei gestori di identità digitale presenti sul sito https://www.spid.gov.it/richiedi-spid e seguire i passi indicati dalle varie procedure ai fini dell’identificazione.

Visualizzazioni: 6

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Maria Consiglia Viglione
Latest posts by Maria Consiglia Viglione (see all)
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!