Callout piè di pagina: contenuto
Area Utenti           Abbonamenti

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2021

Maria Consiglia Viglione

Dottore Commercialista - Revisore legale dei conti
Presidente del C.d.A. società di revisione «Imperium Audit S.p.A.»
Email: mcviglione@2020revisione.it

Bonus Mobili Ed Elettrodomestici 2021
image_pdf

Si avvicina la data di debutto della nuova classe energetica per gli elettrodomestici, dal 1 Marzo 2021, infatti, entra in vigore la nuova classificazione Europea, che porterà all’addio alle classi A+, A++ e A+++, per introdurre un sistema di classificazione più semplice, dalla  lettera A alla G.  Il rinnovamento delle etichette energetiche degli elettrodomestici riguarda direttamente anche chi desidera  beneficiare del Bonus Mobili per il 2021, chiamato a fare i conti con i riscontri tra le vecchie e le nuove classi energetiche.

Come riportato sulla guida dell’Agenzia delle Entrate ,essa è  una detrazione Irpef per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione è  calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, comprensivo delle  spese di trasporto e montaggio, e deve essere suddivisa in dieci quote annuali di pari importo. Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è elevato a 16.000 euro. Il pagamento è effettuato con bonifico o carta di debito o credito.

Può trarre beneficio  della agevolazione chi acquista mobili ed elettrodomestici nuovi nel 2021 e ha realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio 2020.

A prescindere  dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, è possibile fruire di una detrazione del 50% calcolata su un importo massimo di 10.000 euro (elevato a 16.000 euro per il 2021), riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Il limite dei 10.000 euro riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle competenze, o la parte comune dell’edificio oggetto di ristrutturazione. Quindi, il cittadino che esegue lavori di riassetto su più unità immobiliari avrà diritto più volte al vantaggio.

Se attualmente sono detraibili solo gli elettrodomestici di classe A+, presto entreranno nuovamente nel numero delle spese ammesse in detrazione fiscale anche quelli di classi  inferiori, alla luce della nuova classificazione comunitaria. Ovviamente, il passaggio di un elettrodomestico dalla classe A+++ alla classe C non impatta sul consumo energetico dello stesso.

Visualizzazioni: 6

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Maria Consiglia Viglione
Latest posts by Maria Consiglia Viglione (see all)
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!