skip to Main Content

Bonus 200 euro: tutte le anticipazioni del D.L. Aiuti

Dottore Commercialista - Revisore Legale dei Conti
Giornalista pubblicista
Email: annagianturco@2020revisione.it

BONUS 200 EURO

Non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ma le novità in esso contenute stanno già destando clamori e perplessità.

Nel D.L Aiuti un bonus di 200 euro che sarà erogato anche a colf e badanti, disoccupati e stagionali   e persino a chi già percepisce il reddito di cittadinanza.

Un solo requisito da rispettare, un reddito inferiore a 35.000 euro annui.

Vediamo ora, più da vicino, le novità.

A chi spetta

Il provvedimento nasce per difendere il potere d’acquisto delle famiglie, soprattutto le più deboli, e la capacità produttiva delle imprese.

Secondo le indiscrezioni emerse dopo il Consiglio dei Ministri del 5 Maggio 2022, il bonus spetta  alle seguenti categorie di cittadini:

  • lavoratori dipendenti;
  • pensionati e pensionate;
  • lavoratrici e lavoratori autonomi ma anche professionisti e professioniste;
  • coloro che percepiscono indennità di disoccupazione, in particolare Naspi e Discoll;
  • coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza;
  • lavoratori stagionali;
  • lavoratori domestici, colf e badanti.

Per ricevere l’assegno occorre rispettare il requisito reddituale di 35.000 euro: lo riceve solo chi nell’arco dell’anno percepisce redditi per un valore inferiore all’importo stabilito.

Come funziona

Sebbene l’importo sia lo stesso per tutti, le modalità di erogazione sono differenti a seconda della categoria di appartenenza.

In base all’ultima bozza del D.L. Aiuti, aggiornata ma non ancora ufficializzata, i lavoratori dipendenti riceveranno il bonus direttamente nella busta paga di luglio e ad anticiparne le somme saranno i datori di lavoro che poi le recupereranno tramite compensazione al primo pagamento fiscale, per cui subito.

I soggetti titolari di uno o più trattamenti pensionistici, a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 30 giugno 2022, lo otterranno come importo aggiuntivo a luglio 2022, insieme alla quattordicesima per chi ne ha diritto.

Sempre l’INPS erogherà il bonus 200 euro a coloro che hanno percepito un’indennità disoccupazione Naspi e DisColl a giugno 2022.

E verosimilmente le stesse modalità saranno seguite anche per i percettori del reddito di cittadinanza.

In altre parole, l’assegno per dipendenti, disoccupati, pensionati e beneficiari del reddito di cittadinanza verrà erogato automaticamente.

Diverso è il caso delle lavoratrici e dei lavoratori autonomi e delle professioniste e dei professionisti per i quali, con molta probabilità, sarà necessario presentare un’apposita richiesta e l’attesa sarà sicuramente più lunga.

Non ci sono particolari anticipazioni, invece, sulle modalità che colf badanti e lavoratori stagionali dovranno seguire per ottenere il bonus 200 euro.

In ogni caso, per ogni categoria occorre attendere la pubblicazione del testo del D.L. Aiuti in Gazzetta Ufficiale, per avere la conferma di tutti i dettagli e conoscere tutte le modalità operative.

Anna Gianturco
Back To Top
Cerca
La riproduzione è riservata!