Callout piè di pagina: contenuto
Area Utenti           Abbonamenti

Cartelle esattoriali: ulteriori novità dal Decreto Sostegni

Anna Gianturco

Dottore Commercialista - Revisore Legale dei Conti
Email: annagianturco@2020revisione.it

Cartelle Esattoriali: Ulteriori Novità Dal Decreto Sostegni
image_pdf

Il Decreto n. 41 del 22 marzo 2021 (ormai meglio conosciuto come Decreto Sostegni), non affronta solo lo stralcio dei debiti fino a 5.000 euro e la proroga dei pagamenti ma tratta anche la sospensione dell’attività di notifica di cartelle esattoriali, fino al 30 Aprile 2021, da parte dell’Agenzia delle Entrate Riscossioni.

Cartelle esattoriali  «novità»

Quello delle cartelle esattoriali è un problema particolarmente sentito da molti contribuenti.

Il blocco di molte attività economiche, quale misura di contenimento al diffondersi della pandemia da Covid-19 e, soprattutto, il protrarsi della situazione epidemiologica hanno messo in ginocchio la maggior parte della popolazione.

Il Governo, vicino più che mai ai cittadini in questi mesi di difficoltà economiche, è intervenuto ripetutamente per fronteggiare le varie criticità.

Questi ultimi interventi si sono focalizzati sulle cartelle esattoriali fino ad arrivare, oltre ad altri aiuti, a sospendere l’attività di notifica delle stesse fino al 30 aprile 2021.

L’articolo 4 del sopra citato Decreto, blocca nuovamente le cartelle esattoriali le cui notifiche riprenderanno a partire dal 1° maggio 2021.

Il blocco riguarda le cartelle esattoriali congelate dallo scorso 8 Marzo 2020 (dal 21 Febbraio 2020 per i Comuni rientranti nella prima zona rossa).

Già il Decreto Legge n.7/2020 aveva spostato al 28 febbraio tale scadenza.

Dopo pochi giorni, il nuovo decreto fa slittare in avanti le procedure di notifiche.

Alla luce di questo nuovo spostamento restano bloccate, fino al 30 Aprile 2021, oltre l’attività di notifica di cartelle esattoriali, anche le procedure di riscossione, cautelari ed esecutive, che non potranno essere iscritte o rese operative fino alla fine del periodo di sospensione.

L’articolo 4 precisa, inoltre, che rimangono in essere gli atti già posti in essere dal 1° Marzo al 22 Marzo 2021.

Congelati anche i pignoramenti

Unitamente a quanto sopra detto, il Decreto Sostegni sospende, sempre fino al 30 aprile 2021, anche i pignoramenti presso terzi effettuati, prima della entrata in vigore del Decreto Rilancio su stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego, nonché a titolo di pensioni e trattamenti assimilati.

I pignoramenti ripartiranno dal 1°maggio 2021.

Visualizzazioni: 17

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!