skip to Main Content

Cashback – iniziativa del Piano Italia Cashless promosso dal Governo

Dottore Commercialista - Revisore Legale dei Conti
Email: annagianturco@2020revisione.it

Cashback

L’8 dicembre prende via il Cashback di Natale.

Fino al 31 dicembre 2020 basteranno 10 acquisti a titolo privato «non per uso professionale», effettuati con carte di credito, carte di debito, bancomat per avere il 10% di rimborso fino ad un massimo di 150 euro.

La somma sarà accreditata nei primi mesi del 2021.

Il rimborso scatterà in automatico.

Questo di Natale è, in realtà, un extra cashback.

Esso inizia l’8 dicembre appunto,  e termina il 31 dicembre 2020.

I tre periodi successivi durano 6 mesi e sono:

1°semestre: 01/01/2021 – 30/06/2021

2° semestre: 01/07/2021 – 31/12/2021

3° semestre: 01/01/2022 – 30/06/2022.

L’extra cashback fa parte di quelle misure cashless a cui il governo sta lavorando da qualche mese e che porterà nelle tasche dei consumatori fino ad un massimo di 3.450 euro nel 2021.

Le misure sono:

  • extra cashback: 150 euro;
  • cashback: 300 euro;
  • super cashback: 3.000 euro.

Per attivare l’extra cashback, sono necessari alcuni passaggi fondamentali.

Attivazione

  1. Possedere uno «Spid» o «Carta di Identità Elettronica».

Lo Spid (Sistema pubblico di identità digitale) può essere richiesto ad uno dei provider sul sito spid.gov.it

La Carta di Identità Elettronica (CIE) viene rilasciata dal proprio Comune di residenza. Ad essa è associato un pin ricevuto al momento del rilascio.

  1. Scaricare l’App IO

Il secondo passo consiste nello scaricare l’ App IO, l’applicazione dei servizi pubblici.

E’ la stessa già utilizzata per i pagamenti con pagoPa e per il bonus vacanze.

Dopo aver scaricato e installato l’applicazione su smartphone o tablet, bisogna effettuare l’accesso tramite le credenziali Spid o con la CIE attraverso il pin abbinato.

Sull’app sarà possibile controllare i pagamenti effettuati che garantiscono il  diritto a ricevere il 10% di rimborso.

  1. Abilitazione delle carte

A partire dall’8 dicembre, sarà possibile abilitare le carte che verranno utilizzate per i pagamenti.

Per l’abilitazione occorrerà indicare gli estremi delle proprie carte o bancomat, con l’iban del conto corrente sul quale ricevere il rimborso.

  1. Effettuare 10 operazioni nel periodo 8 dicembre – 31 dicembre 2020.

Appena effettuate tutte le procedure propedeutiche, è sufficiente effettuare un minimo di operazioni con pagamenti elettronici entro il 31 dicembre per avere diritto al 10% di cashback.

Novità da gennaio 2021

Dopo questa prima fase, per così dire sperimentale, da gennaio il sistema diventa strutturale.

Il rimborso sarà sempre del 10%, per un importo massimo di 300 euro all’anno.

I primi 100.000 partecipanti, che totalizzeranno il maggior numero di transazioni con carte e app, avranno 1.500 euro ogni 6 mesi, il cosiddetto super cashback.

Diversamente dal bonus Natale, per il cashback il rimborso scatterà con almeno 50 pagamenti anche se, comunque, verranno restituiti 15 euro per singola operazione e 150 euro complessivamente.

Esclusione degli acquisti online

Il cashback non vale per gli acquisti online (e-commerce).

Saranno conteggiate le spese nei supermercati, negozi, bar, ristoranti e grande distribuzione ma anche i pagamenti delle fatture di artigiani e professionisti.

Valore dell’operazione

Il valore complessivo delle transazioni su cui verrà calcolato il rimborso ammonta ad Euro 1.500,00 a semestre.

Il cashback del 10% si fermerà a 15 euro per ogni acquisto e a 150 euro in totale per il periodo interessato (ossia 10% di Euro 1.500,00).

Praticamente se si spendono 250 euro, si avranno sempre, come rimborso, solo 15 euro.

Una volta arrivati alla somma di 150 euro, i rimborsi non crescono più.

Anna Gianturco
Back To Top
Cerca
La riproduzione è riservata!