Callout piè di pagina: contenuto

CCIAA Salerno: contributi per abbattimento interessi

CCIAA Salerno: Contributi Per Abbattimento Interessi
image_pdf

Con la deliberazione della Giunta camerale del 17 aprile u.s. numero 22, è stato istituito un contributo in conto capitale a favore delle imprese che richiedono prestiti fino ad € 120.000,00, concessi secondo gli articoli 13 lettera m) e n) del D.L. numero 23 del 08 aprile 2020 “Decreto Liquidità”.

La C.C.I.A.A. di Salerno ha stanziato la somma di € 1.197.857,94, per contributi da richiedere dal giorno 5 maggio. 

BENEFICIARI

La domanda può essere presentata esclusivamente da imprese che abbiamo una sede legale o operativa nella provincia di Salerno, e che siano in regola con il pagamento del diritto annuale.

Altre caratteristiche dei beneficiari:

  • essere attive sia al momento della presentazione della domanda che dell’erogazione del contributo;
  • avere il D.U.R.C. regolare
  • non essere sottoposte a liquidazione e/o a procedure concorsuali
  • essere in regola nella disciplina antiriciclaggio e antiterrorismo
  • essere in regola con la normativa antimafia D. Lgs. numero 159 del 6 settembre 2011

Esclusioni 

Sono escluse le Grandi Imprese ai sensi dell’articolo 1 del Regolamento UE numero 651/2014 e le imprese che producono e commercializzano materiali di armamento di cui alla Legge numero 185 del 9 luglio 1990 articolo 2.

Sono inoltre escluse le attività operanti nei seguenti settori:

  • fabbricazione, lavorazione e produzione del tabacco
  • pornografia
  • gioco d’azzardo
  • ricerca su clonazione umana

AGEVOLAZIONE

Il contributo viene concesso per un massimo di € 1.500,00, a copertura della quota interessi ed oneri accessori sui finanziamenti per liquidità, consolidamento delle passività a breve e investimenti, richiesti dagli imprenditori salernitani per intendono ripartire dopo il “lockdown” dovuto al Covid-19.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda, completa di allegati, potrà essere presentata a partire dalle ore 10.00 del 05 maggio 2020 esclusivamente attraverso la piattaforma Telemaco-Servizio Agef .

L’inoltro potrà avvenire anche attraverso intermediario abilitato, incaricato all’invio attraverso apposita procura.

Le domande potranno essere presentate solo da quelle imprese che alla data di presentazione della domanda abbiano già ottenuto il finanziamento da parte dell’Istituto di Credito.

DECADENZA

E’ opportuno ricordare che:

  • in caso di dichiarazioni mendaci o inesatte oppure di verifica con esito negativo ai sensi della normativa antimafia, l’impresa è tenuta alla restituzione totale dell’agevolazione maggiorata di interessi al tasso legale.
  • in caso di cessazione dell’attività oppure di estinzione del finanziamento, l’impresa è tenuta alla restituzione parziale dell’agevolazione (oltre interessi al tasso legale), quale differenza tra l’importo concesso e la somma di interessi ed oneri fino alla data di cessazione dell’attività oppure di estinzione del finanziamento.

Visualizzazioni: 426

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!