Callout piè di pagina: contenuto

INVITALIA – Riparte martedì 9 marzo 2021 il bando “Voucher TEM digitali”

Daniele Orilia

Dottore Commercialista
Revisore legale dei conti
Tutor Ente Nazionale Microcredito
E-mail: danieleorilia@2020revisione.it

INVITALIA – Riparte Martedì 9 Marzo 2021 Il Bando “Voucher TEM Digitali”
image_pdf

Il Ministero degli Esteri ha pubblicato un comunicato stampa il 12 febbraio 2021 con il quale ha diffuso la notizia della riapertura per il giorno martedì 9 marzo 2021 del bandoVoucher TEM digitali” gestito da Invitalia.

Si tratta di un intervento a sostegno dell’internazionalizzazione delle PMI italiane per rafforzare l’export del Made in Italy attraverso la progressiva transizione del mondo imprenditoriale fisico verso il mondo digitale.

La finalità di questo bando è quella di favorire l’inserimento in azienda della figura specializzata del «Temporary Export Manager» (TEM) che attraverso le competenze digitali maturate è in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione delle imprese italiane.

Vediamo di seguito alcuni dettagli della misura:

– Soggetti beneficiari

Possono presentare la domanda le Piccole imprese del settore manifatturiero rientranti nei codici Ateco C con meno di 50 addetti ed aventi sede legale in Italia.

Per utilizzare i voucher, le PMI beneficiarie dovranno stipulare contratti di consulenza per l’internazionalizzazione della durata minima di un anno con i Temporary Export Manager iscritti nell’apposito elenco del Ministero degli Esteri.

– Cosa finanzia

Il voucher TEM finanzia, attraverso un contributo a fondo perduto, le spese delle consulenze derivanti dai contratti stipulati con i manager specializzati, con i quali è stato sottoscritto un contratto della durata di:

  • 12 mesi per le micro e piccole imprese;
  • 24 mesi per le reti.

La consulenza prestata dai Temporary Export Manager deve riguardare:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri;
  • individuazione e acquisizione di nuovi clienti;
  • assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione;
  • incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce;
  • integrazione dei canali di marketing online;
  • gestione evoluta dei flussi logistici.

– Ammontare del contributo

Il contributo è concesso in regime “de minimis” ed è pari a:

  • 20.000 euro per le micro e piccole imprese a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 30.000 euro;
  • 40.000 euro alle reti di impresa a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 60.000 euro.

Inoltre, si potrà ricevere un contributo aggiuntivo di 10.000 euro se si raggiungono i seguenti risultati sui volumi di vendita all’estero:

  • incremento di almeno il 15% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri registrato nell’esercizio 2022, rispetto allo stesso volume d’affari registrato nell’esercizio 2021
  • incidenza – nell’esercizio 2022 – almeno pari al 6% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri sul totale del volume d’affari

– Presentazione domanda

La domanda per richiedere il voucher si presenta esclusivamente online, attraverso la piattaforma web che sarà resa disponibile sul sito Invitalia

I termini per la presentazione delle domande saranno stabiliti con un apposito provvedimento.

Visualizzazioni: 12

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!