Callout piè di pagina: contenuto

Saldo IMU 2020: novità conguaglio di febbraio 2021

Anna Gianturco

Dottore Commercialista - Revisore Legale dei Conti
Email: annagianturco@2020revisione.it

Saldo IMU 2020: Novità Conguaglio Di Febbraio 2021
image_pdf

Mancano, ormai, pochi giorni per il pagamento del conguaglio IMU relativo all’anno 2020 la cui scadenza è fissata il 28 Febbraio 2021 (che slitta al 1° Marzo in quanto il 28 cade di domenica).

Il conguaglio non riguarda tutti i Comuni ma solo quelli dove il saldo 2020 del 16 dicembre è stato corrisposto con le aliquote approvate dagli stessi per l’anno 2019.

Il decreto legge n. 125 del 2020 ha permesso a tali Comuni di approvare le nuove aliquote in un periodo successivo al 16 novembre 2020 (le aliquote approvate prima di questo termine hanno già riguardato il saldo 2020) ed  entro il 31 dicembre 2020.

Modalità di calcolo

Anche per il calcolo del conguaglio IMU 2021 il punto di partenza è rappresentato dalla rendita catastale.

Occorre:

  • rivalutare la rendita del 5%;
  • moltiplicare la rendita rivalutata per uno dei coefficienti o moltiplicatori IMU previsti dalla normativa, a seconda del tipo di immobile per cui si effettuano i versamenti;
  • moltiplicare il risultato ottenuto per le  nuove aliquote deliberate da ogni Comune e consultabili sul sito del Ministero Finanze;
  • sottrarre, al risultato ottenuto, quanto già pagato nel 2020, importo calcolato prendendo in considerazione le aliquote del 2019.

La differenza positiva sarà l’importo da versare.

Un’eventuale differenza negativa darà diritto al rimborso (da richiedere mediante la presentazione di un’istanza al Comune interessato), oppure potrà essere utilizzata in compensazione sul dovuto dell’anno 2021.

Motivazione del conguaglio IMU

Questa situazione anomala è anch’essa una conseguenza dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19.

Oggetto delle diverse proroghe, che hanno interessato le scadenze fiscali e non solo, è stato anche il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2020, che è stato differito alla fine di ottobre 2020.

Ciò ha portato a non rispettare i termini previsti per la pubblicazione delle aliquote IMU su sito del Mef.

E’ stato, quindi, necessario differire la data di pubblicazione delle delibere delle aliquote, avvenuta con l’articolo 1, comma 4 quinquies del D.L.n.125/2020.

Tale articolo ha stabilito che le nuove aliquote e i regolamenti concernenti i tributi locali, approvate dalle amministrazioni locali, dovessero essere trasmesse al Dipartimento delle finanze del Mef entro la fine di dicembre 2020, per essere pubblicate entro la fine di gennaio 2021.

Il conguaglio a debito, ottenuto dal calcolo con le nuove aliquote, così come stabilisce il decreto, sarà dovuto senza interessi e sanzioni entro il 1° marzo 2021.

Tags: casa | differimento | IMU

Visualizzazioni: 6

© Riproduzione Riservata
image_pdf
Anna Gianturco
Pulsante torna in alto
×cerca
Cerca
La riproduzione è riservata!