skip to Main Content

Agenzia Entrate: Comunicazione spese scolastiche 2020

Dottore Commercialista - Revisore Legale dei Conti
Giornalista pubblicista
Email: annagianturco@2020revisione.it

Comunicazione Spese Scolastiche

Dal 2021 prende il via la comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate delle spese scolastiche atte alla predisposizione del modello 730 precompilato 2021.

La comunicazione ha scadenza 16 Marzo 2021 e sarà facoltativa per le annualità 2020 e 2021, diventando obbligatoria solo a partire dal 2022.

Questo è quanto ha introdotto il decreto MEF 10 agosto 2020, in Gazzetta Ufficiale n. 207 del 20 agosto 2020.

Le istruzioni operative sono fornite dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento pubblicato il 9 febbraio 2021.

Provvedimento Agenzia delle Entrate 9 febbraio 2021

Oggetto della comunicazione sono le spese per la frequenza delle scuole statali, paritarie e private e degli enti locali (articolo 1, legge n.62/2000) e gli altri soggetti che erogano rimborsi riguardanti le spese scolastiche

Le spese interessate sono quelle sostenute con mezzi di pagamento tracciabili: utilizzo di carte, bancomat o versamenti bancari e postali.

Non sono oggetto di trasmissione le tasse scolastiche versate tramite il modello F24.

Soggetti incaricati della trasmissione

Gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, come sopra specificato, devono comunicare all’Agenzia i dati riguardanti le spese scolastiche. le erogazioni liberali agli istituti scolastici e i relativi rimborsi.

I dati da trasmettere riguardano tutte le spese scolastiche detraibili sostenute, nell’anno precedente, da persone fisiche, con l’indicazione dei dati identificativi dei soggetti iscritti agli istituti scolastici e dei soggetti che hanno sostenuto le spese.

Bisogna anche trasmettere i dati dei rimborsi delle spese erogati nell’anno precedente, con l’indicazione dell’anno nel quale è stata sostenuta la spese rimborsata, della tipologia di spesa oggetto di rimborso e del soggetto che ha ottenuto il rimborso.

Tipologia di invii

Gli invii possono essere ordinari, sostitutivi o di annullamento.

  • l’invio ordinario è la comunicazione con cui si inviano i dati richiesti. E’ possibile inviare più comunicazioni ordinarie per lo stesso periodo di riferimento. I dati inviati in ogni comunicazione ordinaria, successiva alla prima, sono considerati in aggiunta a quelli precedentemente comunicati;
  • l’invio sostitutivo è la comunicazione con la quale si opera la completa sostituzione di una comunicazione ordinaria precedentemente inviata e già acquisita dal sistema;
  • l’annullamento è la comunicazione con cui si chiede l’annullamento di una comunicazione ordinaria o sostitutiva, già acquisita, con esito positivo, dal sistema.

La trasmissione dei dati è considerata effettuata nel momento in cui è completata la ricezione del file comunicata mediante una ricevuta contenente il codice di autenticazione per il servizio Entratel o il codice di riscontro per il servizio Fisconline.

Sanzioni

Per il 2020 e il 2021 non ci sono obblighi, dal momento che si parla di invio facoltativo, e non saranno applicate nemmeno sanzioni.

Resta, comunque, sanzionabile l’errore da cui scaturisce una fruizione indebita di detrazioni o deduzioni dalla Precompilata, secondo quanto previsto dall’articolo 3, comma 5-bis, D.Lgs. n.175 del 21 novembre 2014.

Quanto sopra detto implica che, per il biennio 2020-2021, non bisogna assolutamente pensare di trovare, nel modello 730 precompilato, tutte le spese scolastiche detraibili.

Bisogna, con cura, accertarsi, prima di confermare il modello, di ciò che in esso è indicato e le spese effettivamente sostenute.

Opposizione all’inserimento delle spese scolastiche

Il contribuente può esercitare il diritto di opposizione all’inserimento delle spese scolastiche nel modello 730 precompilato 2021.

Le modalità sono:

  • comunicando l’opposizione direttamente al soggetto destinatario della spesa, o al momento di sostenimento della spese o entro il 31 dicembre dell’anno in cui la spese è sostenuta;
  • comunicando l’opposizione all’Agenzia delle Entrate dal 1°gennaio dell’anno successivo a quello di sostenimento della spesa.

La comunicazione dell’opposizione deve essere trasmessa direttamente all’Agenzia delle Entrate debitamente sottoscritta, allegando un documento di identità ed inviando una mail all’indirizzo: “opposizioneutilizzospesescolastiche@agenziaentrate.it”

Anna Gianturco
Back To Top
Cerca
La riproduzione è riservata!